L’Anticristo

A proposito dell’Anticristo

Messaggio di SB

Buongiorno.

Ho letto con attenzione alcuni dei vostri articoli e sono parzialmente d’accordo con voi quando dite che l’Anticristo (o l’Antecristo, cioè colui che, a ogni modo, si manifesterà prima del Cristo) si deve manifestare prima e che inoltre arriverà a sedersi nel santuario di Dio. Tuttavia, dubito fortemente che questo “santuario di Dio” possa essere il Vaticano. Considerando il numero impressionante di “idoli” di ogni genere che si trovavano in quel luogo, mi chiedo seriamente come potrebbe uno considerare questo luogo il “Santuario di Dio”! Capitemi bene, la Chiesa Cattolica Romana è colpevole di avere eliminato volontariamente il secondo comandamento autentico di Dio, cioè quello che proibisce formalmente la riproduzione e l’esposizione di “immagini” o di “statue” di tutti i generi davanti alle quali le persone si prostrino ad adorare. Detto questo, io invece credo che un terzo Tempio Ebreo sarà un giorno costruito in Israele, e che sia in questo posto, nel vero “Tempio di Dio”, che l’Anticristo arriverà fino a sedersi! Voi sapete, per gli Ebrei Ortodossi (non-Cristiani), un Messia è sempre stato una persona importante della loro storia. Davide, per esempio, fu considerato al tempo un autentico “Messia” (una specie di eroe nazionale) dai sacerdoti di Israele, cioè un “unto” da Dio. Dunque, a partire da questa semplice constatazione, sarebbe logico ammettere che il vero “Anticristo” sarà il “Messia” atteso e accettato dagli Ebrei ortodossi (sicuramente uno di loro) che rinnegano evidentemente che Gesù possa essere il Messia, essendo noto che lo considerino piuttosto un “impostore”.

Per maggiori informazioni sull’argomento, suggerisco di visitare il mio sito personale: http//…..nephtali/

Vi auguro ogni bene.

E che Dio vi custodisca.

SB

Noi siamo bene informati sulla vostra logica riguardante il Tempio Sionista, una logica che ha sviato e sedotto, come Gesù aveva predetto (Matteo 24), un gran numero di Cristiani mal formati. Soprattutto tra i Protestanti Anglo-Americani che supportano l’Anticristo nei suoi piani invece di combatterlo, e ciò sin da Lord Balfour. Gesù non ha mai agito così! Al contrario, Egli ha annunciato, con grande scandalo dei Sionisti di ieri e di oggi, la distruzione del tempio di Gerusalemme in favore del Suo Tempio: Egli stesso (Giovanni 2).

La vostra concezione del Tempio di Gerusalemme come del “vero tempio di Dio” (?!) è un’eresia denunciata dal Cristo Stesso che aveva dichiarato, come voi d’altra parte sapete bene, che quel luogo fosse “un covo di ladri” (Luca 19,46). Così come il Vaticano è stato denunciato a “La Salette” da “Chi voi conoscete” come “cloaca di impurità”. Ella ha assai ragione e non sarò certo io a contraddirLa dicendo che era il demonio che denunciava se stesso… così come i Farisei avevano detto di Gesù (Matteo 12,24-28 / Luca 11,14-18). Se il Vaticano, a giusto titolo, non è più degno di essere il Tempio di Dio, il tempio che voi state difendendo lo è ancora meno. La logica del Cristo vivente, Gesù, trionferà su quella degli uomini.

Maria, Colei “che ha ricevuto una grazia speciale” direttamente da Dio, non dagli uomini (una grazia che nessun altra donna ha mai ricevuto che lo si voglia o no), Colei “la cui anima sarebbe stata trafitta in modo che molti cuori e pensieri potessero essere rivelati” (Luca 2,35), questa umile Donna ha già rivelato molti cuori mascherati. Questa grazia unica donata a Maria fu percepita da Elisabetta che, sotto l’influenza dello Spirito Santo, vide il privilegio con cui Maria era stata gratificata e, di fronte alla sua grandezza, esclamò: “Benedetta sei Tu tra le donneA che debbo che la Madre del Mio Signore venga a Me?”. Grazie al suo amore e alla sua umiltà, Elisabetta percepì l’insigne grandezza di Maria che, sempre sotto l’azione dello Spirito Santo, rispose: “La mia anima magnifica il Signore… d’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente” (Luca 1,39-45). Noi diciamo “Amen” a queste parole ispirate, perché solo le generazioni dei dannati non riconosceranno la grandezza unica della Donna scelta dal Padre per essere la Madre del Verbo incarnato.

D’altra parte, noi vi segnaliamo che, come Davide, il re Ciro, un non-Ebreo, fu anche considerato come “unto”, Messia, per aver permesso la ricostruzione del Tempio (Isaia 45,1). Ora, Gesù è IL TEMPIO unico di Dio, ecco perché Egli è l’unico Messia. In questo Tempio nessuna macchia può penetrare; Giovanni non vide un altro Tempio nella Gerusalemme spirituale (Apocalisse 21,22-27). Vi raccomandiamo la lettura dell’eccellente libro “THE BIBLE UNEARTHED” (in italiano “SULLE TRACCE DI MOSÈ” The Free Press, New York, USA) scritta da due archeologi ebrei non fanatici: “Israel Finkelstein” e “Neil Asher Silberman”. Essi informano storicamente sulla realtà di Davide e del suo presunto tempio. Hanno provocato le proteste generali tra le fila dei Sionisti e dei rabbini integralisti. In ogni caso i fatti parlano chiaramente. Vi raccomandiamo inoltre i siti dell’ebreo non Sionista Israel Shamir (www.israelshamir.net) e degli ebrei Ortodossi “Neturei Karta” i quali si oppongono allo Stato di Israele e alla ricostruzione del Tempio (netureikarta.unblog.fr). Essi hanno compreso certi punti molto meglio dei cosiddetti discepoli di Gesù. Ebrei simili non sono molto lontani dal credere che la Bestia del capitolo 13 dell’Apocalisse sia Israele, perché presto “Tutti gli occhi vedranno Gesù, anche quelli che lo trafissero” (Apocalisse 1,7).

Riconsiderate la vostra analisi interamente perché Dio trionferà sull’analisi dei moderni Farisei e delle persone dalla “mente letterale” perché la “lettera uccide, ma lo Spirito dona la vita” (2 Corinzi 3,6). D’altra parte, e sempre secondo lo Spirito, non in accordo con la lettera che svia, il secondo comandamento si applica allo spirito pagano del passato che adorava dei inesistenti, non a quelli che, secondo lo Spirito del Cristo, amano e stimano le riproduzioni delle anime sante che sono esistite e che ci ricordano, guardandole, l’importanza salvifica della vita spirituale in Gesù. Questo fatto dispiace ai demoni e a tutti quelli che essi riescono a ingannare tramite l’odio per gli altri, non l’amore della Verità. Venerare anime sante, non significa assolutamente adorare altri dei. Basta un po’ di discernimento, vediamo!! Altrimenti, si dovrebbe fare come i rabbini che, secondo un’interpretazione letterale, proibiscono agli uomini di avere fotografie dei loro familiari, dei loro bambini e dei loro defunti… Quelli che ancora comprendono le Sacre Scritture secondo lo spirito ristretto della Torah sono i più infelici degli uomini. Il loro battesimo non sarà servito a niente (Galati 3,3).

È ancora necessario parlare del comandamento eucaristico di Gesù riguardante il “Pane della Vita?” Questo comandamento è trascurato e deformato da tanti cosiddetti Cristiani. In ogni caso “quelli che non mangiano questo Pane e non bevono questo Sangue non hanno la Vita in loro” (Giovanni 6,51-58). Alcuni non vi vedono che un simbolismo. Là dove è necessario interpretare alla lettera essi vi mettono il loro spirito, e là dove bisogna interpretare nello Spirito, essi vi mettono la lettera che uccide: “La mia Carne” ha detto Gesù “è REALMENTE un cibo e il mio Sangue REALMENTE una bevanda…. Ci sono alcuni tra voi che non credono” (Giovanni 6,54-64). Ahimè, ve ne sono anche tra di noi che non ci credono! Tali furono le parole del Verbo della Vita. Esse confondono le mentalità e le interpretazioni umane di coloro che non vi credono: “chi mangia e beve senza riconoscere il Corpo del Signore, mangia e beve la propria condanna” (1 Corinzi 11,29).

Gli avvenimenti apocalittici che si sono già verificati nei dintorni dell’Eufrate (Apocalisse 9 e Apocalisse 16) parlano e parleranno ancora più forte e “quelli che hanno orecchie udranno ciò che lo Spirito dice alle chiese”. Tanto peggio per gli altri! Questi eventi profetici confermeranno l’integrità del nostro Messaggio nella sua totalità.

La menzione di “Nephtali” in coda al vostro indirizzo Web rivela uno spirito. Perché non “Zabulon”… o piuttosto uno dei dodici apostoli?

Addio

Sito Pierre2

Il Papa Giovanni Paolo II e il segreto di Fatima

In una delle vostre pubblicazioni dite che il Papa Giovanni Paolo II non ha rivelato il vero segreto di Fatima. Spiegatemi cosa vi spinge ad affermare ciò?

Karol Wojtila, ha gravemente mentito. Non merita i nomi degli apostoli Giovanni e Paolo.

Vi presento qui l’argomento indiscutibile della sua menzogna.
Aveva detto nell’anno 2000 che il segreto di Fatima riguardava l’attentato contro la sua persona del 13 maggio 1981.

Nostra Madre aveva chiesto che il segreto di Fatima fosse rivelato nel 1960 “per essere compreso”.

Se doveva essere rivelato in questa data, nel 1960, non poteva CERTAMENTE essere riferito a un avvenimento futuro, che avrebbe avuto luogo 21 anni dopo.
Nessuno l’avrebbe compreso. Si tratta CERTAMENTE di un avvenimento ANTERIORE al 1960 per essere compreso nel 1960, e non di un avvenimento posteriore al 1960.

Un avvenimento che ebbe luogo nel 1948… in Palestina!!!

(Vedere i testi: “Messaggio di Maria a Fatima”, “Lettera aperta al papa Giovanni Paolo II” e “La Chiave dell’Apocalisse”)