Gesù

Secondo il Corano affermare che Gesù sia il Figlio di Dio è una bestemmia?

Voi sostenete che Gesù sia il Figlio di Dio. Ora, secondo il Corano, affermare ciò è una bestemmia: “Essi dicono: ‘Il Misericordioso si è preso un figlio!’ Avete asserito una cosa mostruosa! Poco mancò che i cieli si fondessero, a causa di questa parola; si squarciasse la terra ecc…” (Corano XIX; Maria,91 e 92)

Il versetto coranico riporta così: “Essi dicono: ‘Il Misericordioso si è preso un figlio!’ Avete asserito una cosa mostruosa! Poco mancò che i cieli così fondessero a causa di questa parola…”. Bisogna notare che l’espressione: “Il Misericordioso si è preso un figlio” non figura né nella Bibbia, né nel Corano a proposito del Cristo. Questa è un’espressione pagana che si adatta alla mentalità dei pagani della penisola arabica. Di chi parla dunque questo versetto? Chi sono quelli che hanno detto: “Il Misericordioso si è preso un figlio”?

I Cristiani non l’hanno mai detto e non dicono mai che “Dio si sia dato un figlio”. Questo versetto coranico non accusa i Cristiani dunque, ma riguarda manifestamente gli idolatri politeisti di La Mecca che confondevano Gesù coi loro idoli.

La spiegazione di questo versetto del Corano XIX; Maria,91-92 si trova al capitolo 4.2 di “Sguardo di Fede sul Corano”, sotto il titolo “Il Messia e il suo titolo di Figlio di Dio”. Da leggere soprattutto a partire dal paragrafo che comincia così: “Come comprendere allora ciò che il Corano rivela nella sura seguente a proposito dell’unità di Dio: ‘Devi dire: Dio è uno…'” (Corano CXII; Il Culto Puro,1-4).

La sura di Maria versetti 91-92, come i versetti 1-4 della sura CXII: “Il Culto Puro”, si riferiscono ai pagani di La Mecca a proposito degli dei mitologici e dei loro figli immaginari; questi versetti non riguardano i Cristiani a proposito del Messia. Leggere il seguito del testo indicato.

Dunque i versetti 91-92 della sura di Maria non riguardano i Cristiani, ma gli idolatri (politeisti) di La Mecca poiché Dio ha scelto Maria PER AVERE DA LEI UN FIGLIO, che non ha altro Padre che il Dio unico.

Tale è la testimonianza ispirata da Dio anche nel Vangelo. Peraltro il Corano si presenta come una conferma del Vangelo (Corano IV; Le Donne,50). Ogni interpretazione coranica che non confermi il Vangelo e la Torah annulla il Corano e, di fatto, ci sarebbe di che mettere fine alla pazienza di Dio e “fondessero i cieli e le montagne, a causa di quest’interpretazione fallace, crollassero…” come si esprime il Corano nel versetto che voi citate.

Alcuni credono che Dio “si sia preso un figlio” adottando Gesù dopo la sua nascita, come fece con i profeti dopo la loro nascita. Questo, però, non è il caso e provoca l’ira di Dio dopo tutto quello che Egli aveva pazientemente spiegato nella sua santa Rivelazione riguardo la nascita del suo Messia, sia nella Bibbia che nel Corano. Ecco perché “i cieli si squarciano d’ira” a causa dell’incomprensione di alcuni uomini dalla mentalità ottusa, incapaci di cogliere l’intenzione divina. Perché Dio, nel Corano, rivela chiaramente che Egli ha creato il corpo di Gesù “con la sua Parola messa nel seno di Maria” (Corano III; La Famiglia d’Imran,40). Questo non lo ha fatto con nessun profeta, unicamente con Gesù. Perché? Perché Gesù solo è la Parola di Dio, il suo unico Figlio tramite Maria che è rimasta vergine. Dunque “Il Misericordioso” non si è “preso un figlio” accoppiandosi fisicamente con una compagna come comprendono i politeisti che meritano la collera di Dio (vedere Corano VI; Il Gregge,101).

Gesù non ha altra Madre che Maria, né altro Padre che Dio. Colui che ha Dio per Padre è di Dio il Figlio. Bisogna essere logici, non fanatici, né chiusi all’intenzione divina se non si vuole meritare la giusta collera del Giudice Divino.

Che si dica chi è la Madre di Gesù.
Che si dica chi è il Padre di Gesù… secondo il Corano ovviamente.
Che si dica di chi Gesù è Figlio, chi sono i suoi genitori, sempre secondo il Corano.
Capisca chi può!

La giusta collera di Dio squarci i cieli e si abbatta su coloro che si rifiutano di cogliere l’intenzione divina e si ostinano a fare del Corano una contraddizione del Vangelo.

Perché dite che Gesù è Dio

Perché dite che Gesù sia Dio?

È la rivelazione divina, e non noi, ad affermare che Gesù sia Dio incarnato. Noi ci crediamo fermamente. Vedere i nostri testi: “La Divinità di Gesù”.

Lettera scritta da un lettore del sito e nostra risposta.

Buon giorno,
Il vostro sito è interessante e mi congratulo del vostro tentativo di unire Musulmani, Cristiani ed Ebrei nella sola religione gradita a Dio che non necessita di clero e che è El-Islam, cioè Sottomissione a Dio. Grazie al vostro sito sono stato illuminato sul Libro dell’Apocalisse, libro che conoscevo molto poco. Sono sempre più convinto che la Bestia sia Israele. Tutto sembra concordare, d’altronde anch’io ho letto dei passaggi del Corano che portano alle stesse conclusioni.

Detto questo, c’è un problema ai miei occhi ed è la vostra credenza che Gesù sia Dio, o Dio incarnato e che Pierre2 abbia visto Gesù, il quale gli avrebbe attestato di essere il Figlio di Dio! Dio stesso, però, afferma che non bisogna associargli dei figli! Dovrei credere allora in ciò che Dio ha rivelato o in una probabile illusione ottica o satanica?

Mi trovo forse davanti a gente che idealizza il creato invece del creatore, Gesù e non Dio, come fanno i Sunniti con Maometto e come fanno altri con i loro idoli?

Pierre.

Caro Corrispondente,

Capiamo la vostra “reticenza” e il “problema che si pone ai VOSTRI occhi”, ma non ai nostri. Coloro che “idealizzano il creato invece del Creatore” non hanno posto tra noi: noi vi rimandiamo al testo “Sguardo di Fede sul Corano”, capitolo 4.2; Il Messia e il suo titolo di Figlio di Dio e capitolo 4.3; La Divinità del Messia. Noi parliamo giustamente di “ciò che Dio ha rivelato”, di ciò a cui noi “ci sottomettiamo”, di ciò che il santo Corano viene a confermare. “Probabile illusione ottica o satanica” o piuttosto strabica ed evidente cecità totale di coloro che girano le spalle all’evidenza rivelata e si attaccano alla loro opinione e all’umana filosofia. Questo non ci riguarda: noi testimoniamo.

La nostra testimonianza infastidisce molte persone. Noi non siamo qui per piacere, né per essere diplomatici, né per cedere a compromessi… ma spesso per disturbare… e far arrabbiare gli increduli. Voi “non sapete davanti a chi vi trovate”. Questo è evidente!!!

Quanto a noi sappiamo davanti a chi ci troviamo. Buona ricerca e buona riuscita. È inutile rispondere prima di avere letto bene. Se non siete d’accordo, vi diciamo: “Addio”.

Sito Pierre2

P.S.: Gli avvenimenti mostreranno, dopo la caduta della Bestia, che abbiamo ragione. “Ognuno vedrà allora chi è il Messia” (Apocalisse 1,7).