Maria

Perché viene detto che Maria è Immacolata Concezione?

La Vergine è apparsa a Lourdes a Bernadette Soubirou nel 1858. Quando questa gli domandò il suo nome, la Vergine rispose: “Io sono l’Immacolata Concezione”. Questa Verità fu dunque una rivelazione fatta dal Cielo Stesso. Essa è fu e resta supportata da miracoli.

Molte persone comprendono male il significato di questo fatto. Essi credono che Immacolata Concezione significhi che Maria ha partorito Gesù essendo vergine, non avendo conosciuto un uomo sessualmente. “Ella si trovò incinta per opera dello Spirito Santo” (Matteo 1,18). Ora, Maria non avrebbe commesso alcuno sbaglio nell’avere con Giuseppe, suo legittimo sposo, delle relazioni coniugali. D’altra parte si tratta del concepimento di Gesù nel seno di Maria, non del concepimento di Maria.

Ora, Maria è una Concezione Immacolata nella sua stessa persona, dal momento della sua concezione nel seno di Anna, sua madre. Ella è Immacolata, cioè non è stata colpita dalla ferita o dalla tara di Adamo e Eva, tara ereditata da tutti gli uomini.

Adamo e Eva erano ognuno un’ “immacolata concezione” prima di essere sedotti dal nemico dell’Umanità. Essi sono caduti, ispirati da Satana (Genesi 3). Attraverso loro la tara è passata in eredità a tutta l’umanità. Dio ha promesso che la donna si sarebbe vendicata e avrebbe schiacciato la testa del serpente (Genesi 3,15).

È tramite Maria, la Madre del Messia, il Verbo di Dio, che Dio opera questa vendetta. Il Verbo divino Stesso si è incarnato per salvare gli uomini che credono in Lui. Non avrebbe potuto incarnarsi in un seno perturbato dalle conseguenze del peccato originale. Bisognava che il ricettacolo femminile della Parola di Dio fosse risparmiato e questo per l’unica Gloria di Dio. Questo ricettacolo fu Maria. Ella non fu Immacolata per una sua gloria personale, ma in funzione del Piano divino.

Così Maria sola è Immacolata Concezione per l’intervento di Dio per compiere il Piano del Padre Divino. Ella è Immacolata perché il Messia non poteva essere concepito in una “camera perturbata”. Dunque ecco perché la Vergine è stata preservata da questa tara, non per se stessa, ma in funzione del Piano divino. Ella non ha cessato di rispettare questo Piano, di essere in perfetta armonia con la Volontà del Padre, senza mai sfidare Dio come hanno fatto i primi genitori dell’Umanità. Ella fu e rimane sempre Immacolata.

Il Corano testimonia molto esplicitamente la Concezione Immacolata di Maria oltre quella di Gesù. Nei versetti seguenti, la moglie d’Imran, cioè la madre di Maria (la Famiglia d’Imran sono i genitori di Maria) dice:
“‘Signor mio, io ho votato a Te ciò che è nel mio seno come dedicato al Tuo servizio; accettalo da me, poiché Tu sei l’auditore, il Sapiente’ e quando ebbe partorita essa disse: ‘Signor mio, ho partorito una femmina, io l’ho chiamata Maria, e a Te raccomando essa e la sua posterità (Gesù), perché tu la preservi da Satana, il lapidato'” (Corano III; La Famiglia d’Imran,31).

Dio ha ascoltato la preghiera della madre di Maria e ha esaudito il suo voto: Maria e Gesù furono i soli protetti dal demonio, così come riporta Maometto nelle sue “Nobili discussioni” (vedere l’interpretazione coranica dei “Jalalein” riguardo i versetti sopraccitati):
“Nessun uomo nasce senza che il diavolo lo tocchi fin dalla sua nascita ed egli grida a causa di questo tocco satanico (tara del peccato originale), ad eccezione di Maria e di suo Figlio”.
(Vedere i testi: “Sguardo di Fede sul Corano” e “I Fratelli di Gesù”).

Così, dopo Adamo e Eva, Maria sola e il Cristo Gesù ben inteso sono di Concezione Immacolata.

Maria è dunque rimasta vergine?

Cosa pensate dei fratelli di Gesù: Giacomo, Giuda, Ioses, Simone menzionati nei Vangeli? Maria è dunque rimasta vergine?

Vedere il nostro testo: “I Fratelli di Gesù”.

Domanda sulle nozze di Cana

Durante le nozze di Cana (Giovanni 2,1-12), Gesù rispose a Maria: “Che ho da fare con te, o donna?” Cosa pensate di questa fredda risposta?

Questa traduzione è fatta da certi fanatici adirati contro Maria. La vera traduzione dal greco è: “Cosa è (questo) per te e per me, donna?”, un’espressione orientale che si usa ancora oggi in Oriente e che significa: “Che cosa importa a te e a me?” Cioè, ciò non ci riguarda, non è nostro affare, non è il mio matrimonio, non tocca a noi vegliare su ciò che manca, “donna”. Ancora oggi, un marito indirizza quest’espressione “donna” alla sua sposa in un tono stuzzicante o affettuoso o arrabbiato. Secondo voi Gesù in che tono dice questo a Maria? A Colei che lo ha partorito? A Colei che Gesù ha dato come Madre a Giovanni quando era sulla croce: “Donna, ecco il tuo figlio” (Giovanni 19,26).

Gli parlerebbe senza rispetto come alcuni vorrebbero far credere? Come Gesù potrebbe indirizzarsi a Colei che “è piena di grazia”? (Luca 1,27). A LA Donna, per eccellenza, che fu sua Madre? Non dimentichiamo che Gesù, un figlio modello, era “sottomesso” ai suoi genitori, come sottolinea Luca nel suo Vangelo (Luca 2,51). A ciascuno di rispondere in coscienza a seconda che questa coscienza sia pura o imbrattata dall’odio e dal fanatismo o dalla gelosia. Maria è questa Donna annunciata dai profeti la cui discendenza schiaccia la testa del serpente in Genesi 3,15. Ella è la Donna gloriosa dell’Apocalisse vestita di sole (Apocalisse 12), che fa nascere una nuova generazione spirituale vittoriosa sul diavolo.

Infatti, il testo greco dice: “TI (cosa) emy (per me) ké (e) si (te), yinai (donna)?” I Vangeli furono scritti in greco (salvo Matteo in aramaico). Coloro che traducono male con una cattiva intenzione commettono un crimine imperdonabile.

L’evidenza del rispetto di Gesù per sua Madre è l’aver esaudito generosamente la sua domanda cambiando l’acqua in vino, sconvolgendo così il piano divino, compiendo questo miracolo nonostante “non era ancora giunta la sua ora”. Ella osò teneramente metterlo davanti al fatto compiuto dicendo ai servi: “Fate quello che vi dirà” (Giovanni 2,4-5).

L’onnipotente intercessione di Maria

Come conoscere Maria e la sua potente intercessione?

Per conoscere la grandezza di Maria, bisogna farne l’esperienza tramite la preghiera fiduciosa e affettuosa.

  1. I Vangeli: Luca 1,26-38: L’Angelo le dice: “…piena di grazia. ecc…”
    Sono io, siete voi pieni di grazia? Io non lo sono.
    Luca 1,38-56: “…tutte le generazioni mi chiameranno beata”.
    Giovanni 2,1-12: Per la sua intercessione, Ella ottenne che Gesù cambiasse il piano divino. Dopo averle risposto: “Non è ancora giunta la mia ora” Gesù cedette e cambiò l’acqua in vino (segno dell’Eucaristia).
  2. Il Corano: molti versetti: Corano III,35-36; Corano III,42; Corano IV,155 e la Sura di Maria Corano XIX.
  3. La tradizione secolare. Chiedete a dei preti e leggete dei libri. Difficile spiegare tutto.
  4. Il testo sul sito: “I Fratelli di Gesù”. Importante.
  5. Le apparizioni di Maria: a Lourdes Ella ha detto “Io sono l’Immacolata Concezione”. Ciascuno è libero di crederci o no. Io non sono immacolato. Voi lo siete?
    Le sue apparizioni a La Salette e a Fatima. (Vedere il nostro testo: “Spiegazione del Messaggio di Maria a La Salette”).
  6. La sorgente più sicura e più rivelatrice dei cuori è quella del cuore e dell’intuizione di ciascuno. È soprattutto lì che il primo getto del cuore di ognuno è rivelatore.

I Protestanti negano l’intercessione di Maria perché: “Gesù è l’unico mediatore fra Dio e gli uomini” (1 Timoteo 2,5).
Ogni intercessione e mediazione passa tramite Gesù e in Lui. Altrimenti non dovremmo pregare gli uni per gli altri. Ora San Paolo chiede anche che noi intercediamo per tutti i credenti e per lui stesso (Efesini 6,18-19).
Conclusione: A ciascuno la propria intuizione; seguite la vostra a vostro rischio e pericolo o per la vostra più grande gioia, come me.
Vedere i nostri testi: “L’Intercessione dei Santi nella Bibbia” / “Sguardo di Fede sul Corano”, capitolo 5.2; La Vergine Maria.

Medjugorié

Dite di non credere alle Apparizioni di Medjugorié. Tuttavia conosciamo delle persone che sono state a Medjugorié e che hanno cambiato vita. Cosa ne dite?

Rimandiamo il lettore al FAQ 1.3 dove le apparizioni di Medjugorié sono discusse.

Tutti i “veggenti” nel mondo saranno giudicati dal loro atteggiamento nei confronti del “piccolo libro aperto” dell’Apocalisse (Apocalisse 10,2) tramite il suo Messaggio chiave rivelato a Pierre2 “La Bestia è Israele”.

Questo Messaggio rivela i cuori. È la misura per “misurare il Tempio di Dio” (Apocalisse 11,1), cioè riconoscere i veri credenti.

Nostra Madre non si contraddice.

Le banalità riportate dai “messaggi” di Medjugorié sono opposte ai messaggi gravi e attuali dati da nostra Madre a La Salette, a Fatima e a Marienfried concernenti i tempi che viviamo. Dio non invia Maria a parlare al mondo per raccontare tali sciocchezze.

I Messaggi di La Salette, Fatima e Marienfried sono stati una preparazione alla Rivelazione del Mistero dell’Apocalisse. Questi tre Messaggi di nostra Madre e l’Apocalisse di San Giovanni hanno un unico e solo Spirito.

A La Salette la Santa Vergine aveva denunciato il tradimento del clero che aveva definito “cloache di impurità”, e rivelato che “Roma (il Vaticano) perderà la fede e diventerà la sedia dell’Anticristo”.

Al contrario, i Messaggi di Medjugoré parlano della sottomissione alla chiesa e al Papa che tuttavia ha tradito il Messaggio di Gesù associandosi all’Anticristo e rifiutandosi di denunciarlo.

Ecco alcuni estratti dei Messaggi di Médjugorié confrontati con i Messaggi di La Salette e di Fatima.

A ciascuno di giudicare da se stesso secondo le parole luminose e liberatrici di Gesù:

“E perché non giudicate da voi stessi ciò che è giusto.” (Luca 12,57)

E Suor Lucia di Fatima che ebbe contatti con la Vergine Maria, aveva compreso l’ampiezza del tradimento della chiesa e aveva detto (Lettera del 22 maggio 1958 al reverendo Padre Agostino Fuentes):

“Pertanto, Padre, bisogna dire alle persone che non devono attendere dal Papa un richiamo alla penitenza e alla preghiera, né da parte dei vescovi, né dai parroci, né dai superiori in generale. È tempo che ciascuno, di sua iniziativa, compia opere sante e riformi la sua vita secondo i richiami della Madonna!”

Quelli che sono stati a Médjugorié e hanno cambiato vita, sono stati toccati da una grazia della Vergine Maria, perché vi sono stati con amore e devozione. Il luogo non c’entra nulla. I pellegrinaggi e le grazie sono interiori. Non sono esteriori, legate a un luogo preciso (vedere Giovanni 4,21-24).

Esempi di messaggi

Noi vi invitiamo a comparare lo spirito dei messaggi seguenti:

Medjugorié, messaggio del 25 giugno 2010: “Cari figli, con gioia vi invito tutti a vivere i miei messaggi gioiosamente; soltanto così figlioli, potrete essere più vicini al mio Figlio. Io desidero guidarvi tutti soltanto a Lui e in Lui troverete la vera pace e la vera gioia del vostro cuore. Vi benedico tutti e vi amo con amore immenso. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

La Salette: “Dio colpirà in una maniera esemplare. Guai agli abitanti della terra! Dio verserà la sua collera e nessuna persona si potrà sottrarre a tanti mali insieme.
Al primo colpo della sua spada folgorante, le montagne e tutta la natura tremeranno dallo spavento perché i disordini e i delitti degli uomini squarciano la volta dei Cieli.”

Fatima: “La terza volta mi disse che esauriti gli altri mezzi, disprezzati dagli uomini, ci dà con tremore l’ultima ancora di salvezza che è la Santissima Vergine in persona, segni di lacrime, messaggi di diversi veggenti sparsi in tutte le parti del mondo. Disse la Madonna che se non ascoltiamo e offendiamo ancora, non saremo più perdonati”.

– – –

Medjugorié, messaggio del 2 settembre 2011: “Cari figli, io con tutto il cuore e con l’anima piena di fede e di amore verso il Padre Celeste vi ho donato e vi dò nuovamente mio Figlio. Mio Figlio ha fatto conoscere a voi, popolo di tutto il mondo, l’unico vero Dio e il suo amore. Vi ha condotto sulla strada della verità e vi ha reso fratelli e sorelle. Perciò, figli miei, non vagate inutilmente, non chiudete il cuore di fronte a questa verità, speranza e amore. Tutto attorno a voi è passeggero e tutto crolla, solo la gloria di Dio rimane. Perciò rinunciate a tutto ciò che vi allontana dal Signore. Adorate solo lui perché egli è l’unico vero Dio. Io sono con voi e rimarrò accanto a voi. Prego particolarmente per i pastori affinché siano degni rappresentanti di mio Figlio e affinché vi conducano con amore sulla strada della verità. Vi ringrazio!”.

Medjugorié, messaggio del 2 ottobre 2011: “Cari figli! Anche oggi il mio cuore materno vi invita alla preghiera, a un vostro rapporto personale con Dio Padre, alla gioia della preghiera in Lui. Dio Padre non vi è lontano e non vi è sconosciuto. Egli vi si è mostrato per mezzo di mio Figlio e vi ha donato la vita, che è mio Figlio. Perciò, figli miei, non fatevi vincere dalle prove che vogliono separarvi da Dio Padre. Pregate! Non cercate di avere famiglie e società senza di Lui. Pregate! Pregate affinché la bontà che viene solo da mio Figlio, che è la vera bontà, inondi i vostri cuori. Solo cuori pieni di bontà possono comprendere e accogliere Dio Padre. Io continuerò a guidarvi. In modo particolare vi prego di non giudicare i vostri pastori. Figli miei, dimenticate forse che Dio Padre li ha chiamati?! Pregate! Vi ringrazio”.

Fatima: “In nessuna parte del mondo vi è ordine. Satana regna sui più alti posti determinando l’andamento delle cose. Egli riuscirà ad introdursi fino alla sommità della Chiesa.”

La Salette: “I sacerdoti, a causa delle loro vite malvagie, per le loro irriverenze e la loro empietà nel celebrare i Santi Misteri, per l’amore del denaro, l’amore degli onori e dei piaceri, i sacerdoti sono diventati cloache d’impurità. Sì, i sacerdoti domandano vendetta e la vendetta è sospesa sulle loro teste. Guai ai sacerdoti e alle persone consacrate a Dio, che per la loro infedeltà e la loro condotta malvagia, crocefiggono di nuovo mio Figlio. I peccati delle persone consacrate a Dio gridano al Cielo e invocano la vendetta di Dio; ed ecco la vendetta è alle loro porte, poiché non si trovano più persone che implorano misericordia e perdono per il popolo. Non vi sono più anime generose, non vi sono persone degne di offrire la Vittima senza macchia all’Eterno in favore del mondo.” […] “I capi, le guide del popolo di Dio, hanno trascurato la preghiera e la penitenza e il demonio ha oscurato la loro intelligenza (essi sono incapaci di comprendere l’identità dell’Anticristo); essi sono diventati quelle stelle erranti che il vecchio diavolo trascinerà con la sua coda fino a farli morire” (Apocalisse 12,4). […] “Guai ai principi della Chiesa che si saranno dedicati solamente ad accumulare ricchezze su ricchezze, a salvaguardare la loro autorità e a dominare con orgoglio.”